Apulia’Lypse, cinque giorni da ricordare

Fotografie © Giorgio Fochesato

Il cursore lampeggia nella pagina vuota. Non so da dove cominciare a scrivere. Ma probabilmente non ci sono parole. Quello che abbiamo creato è stato unico, un gruppo affiatato di folli fotografi e grandi amici insieme giorno e notte a cercare la luce migliore e il soggetto più azzeccato.

Qualcuno l’ha definito “the wildest lypse ever”, la lypse più selvaggia di sempre, perché è la verità. Il programma è stato seguito alla lettera, ma ogni attività ci ha resi liberi di esprimerci, di sentirci noi stessi, senza veli.
Abbiamo fatto assaggiare ai partecipanti le più buone pietanze salentine, dai ciceri e tria alle orecchiette con le rape, alla marenna, alle gustose fave e cicorie… Li abbiamo portati in barca per una navigazione lungo la costa di Leuca, ad ammirare le bellissime grotte che popolano quel tratto di mare. Abbiamo ballato, cantato a squarciagola, sorridendo perché felici di vivere il momento.

Ringrazio tutti, per avermi dato l’opportunità di scoprirvi e riscoprirvi ancora, e per avermi dato la conferma che non mi sbagliavo sul vostro conto… Giorgio, Mattia, Veronica, Michele, Milena, Vittoria, Franck, Simone, Valentin, siete e resterete dei grandi.
Sono fiera di conoscervi, e di aver condiviso con voi quest’avventura che resterà nella storia. Se non altro nella mia 😉

Grazie ai modelli, Anna, Marisa, Elisa, Miriam, Fabiola, Marko, Luigi, Carmine, e a tutti quelli che hanno sorriso davanti agli obiettivi. Avete reso questa lypse più emozionante. A voi lascio il link alla lightbox su istock, dove saranno raccolte nel tempo tutte le foto scattate nei cinque giorni passati.

Grazie di cuore, davvero…

18 commenti

  1. Marko

    Grazie a voi. Siete stati fantastici, grazie sopratutto ad Annachiara che mi ha dato la possibilità di esserci.
    Davvero un bel gruppo e una bella collaborazione, tanto che appena sono arrivato, pensavo foste un gruppo di persone che già si conoscevano. 🙂
    Grazie ancora, un saluto a tutti. 😉

  2. carmine

    Cara la mia piccina, cosa devo dirti che non sai già? forse che nonostante la tua conoscenza che risale ai tempi che furono,ho la consapevolezza di trovarmi sempre di fronte a una fonte di iniziative che mi stupiscono sempre e che mi riservano delle grandi emozioni, malgrado la mia veneranda età! Cara Annachiara questa volta hai superato di molto le precedenti, mi hai consentito di conoscere dei ragazzi a dir poco stupendi, sarei rimasto con loro per tutto il tempo che mi rimane, tanto era l’interesse che mi procuravano per il modo di intendere la professione, unita a quella follia costruttiva che ti coinvolge e ti fa sembrare tutto molto semplice.
    A tutti un GRAZIE, per quanto avete saputo trasmettermi con la vostra intrapendenza e conoscenza, il mio auspicio e che potremmo ancora vederci, per una nuova esperienza, considerate però che la vecchiaia è carogna e non sempre ti permette di fare quello che senti! comunque vi seguirei anche con le stampelle.
    Vi abbraccio tutti…

  3. Franck

    cazzo, questo link me lo ero perso…

    è stato un evento epico, non solo una lypse, ma un ritrovo di vecchi amici. La vostra organizzazione è stata impeccabile come le immancabili perle di saggezza di Melos….che mitica persona.

    Come si dice a Firenze: “sa da rifare” !

  4. Giorgio Fochesato

    Una Lypse magnifica, selvaggia, pazza, emozionante, viva, illuminante.

    Grazie Annachiara e Simone, ci avete fatto sognare. E grazie anche a tutti i magnifici componenti dell’evento. Grazie a tutti coloro a cui ho stretto la mano, con cui incrociato lo sguardo e con cui ho fatto un brindisi.

    Ad ogni Lypse si incontrano nuovi amici e si solidificano vecchie amicizie. Sono eventi soprannaturali.

    Che il rock e la pizzica siano con tutti voi.

    Buon Coraggio!
    Giò

  5. MIK

    Ciao zii,
    giorni di gioia, divertimento, simpatia, voglia di conoscersi…
    è pazzesco come la passione fotografica ci abbia fatto conoscere e portato a questo MITIKO evento. Un ringraziamento di cuore ad ognuno di voi, ma in particolar modo alla Zia Pic e al terrone malefico zio Pic, autori di questi magnifici e indimenticabili giorni …. che dire ancora ?? la prossima a quando ??

  6. Vittoria

    Grazie zia, e grazie a tutti gli zii che hanno accompagnato questa meravigliosa prima vacanza della mia vita . Le vostre faccie buffe per farmi ridere, le vostre coccole, i vostri sorrisi mi hanno reso felice, il tutto allietato da una cornice favolosa come il mare del Salento. Le mie braccine vi stringono tutti in un forte abbraccio anche da parte di mamma e papà .

Devi essere loggato per scrivere un commento.